SOCIETA' MANTOVANA PER LA CREMAZIONE
Via A. Altobelli, 19 - 46100 Mantova MN - Tel/Fax 0376220886  - info@socremmn.it - C.F. 93012030206
Iscrizione Reg. Regionale Persone Giuridiche Private decreto n. 4095/2420 del 22/04/2010

Con il patrocinio del
Comune di Mantova

Iscritta nel Registro Provinciale dell'Associazionismo
al numero 66 Rep. 78437 / Racc. n. 36186


LA CREMAZIONE A BRESCIA - Pagina a cura di Pier Luigi Fanetti
 

Il Crematorio di Sant'Eufemia


 
-----oOo-----

Bresciaoggi 11 dicembre 2018 - L'EMERGENZA
Sempre più persone si rivolgono al Tempio crematorio di Sant'Eufemia,
unico presente in provincia

[A Brescia boom di cremazioni. Ma i forni non sono sufficienti]

Bresciaoggi 20 dicembre 2018 - LETTERE LA TESI
[CREMAZIONE: COMUNE SORDO]
-----oOo-----
Bresciaoggi – lettere domenica 29 ottobre 2017
L'OBIEZIONE - Spese funebri: Brescia latita


Egregio direttore, Bresciaoggi del 26 ottobre ha pubblicato un articolo sulla nuova convenzione tra il Comune di Provaglio d'Iseo e alcune imprese funebri per contenere i costi dei funerali tra 2.000 e 3.000 euro. In precedenza analoghi accordi erano stati promossi da altri enti pubblici della nostra provincia. Un anno fa la Camera di Commercio di Brescia, le imprese funebri e le associazioni di categoria hanno redatto un modello di contratto in materia di servizi funerari con la finalità di venire incontro alle esigenze delle famiglie nel delicato momento del decesso di un congiunto. Nulla ha fatto invece il Comune di Brescia, se non un temporaneo «protocollo di comportamento» nell'ormai lontano 1999. Come fece la signora Marisa Clementoni Tretti, in una lettera pubblicata da Bresciaoggi il 31 maggio 2014, anch'io domando e mi domando se «interessi occulti si frappongono all'attuazione della regolamentazione dei servizi funebri eseguiti secondo i canoni rispettosi della scarsa disponibilità economica dei cittadini».

Pier Luigi Fanetti Brescia
-----oOo-----
Servizio pubblico di cremazione nel Bresciano

Nel 2015 le cremazioni di bresciani sono state 2.705 (comprese quelle avvenute fuori provincia) e la Regione Lombardia stima che nel Bresciano la cremazione arriverà al 60% nel giro di tre anni. Perciò, non si riuscirà a far fronte a tutte le richieste con il crematorio di Brescia, dal 2017 gestito dal Gruppo Altair che intende alzare il livello qualitativo del servizio con particolare attenzione alle persone. Accantonato il progetto della costruzione di crematorio in Valle Camonica, la municipalizzata Quinzano Servizi sta studiando la possibilità di costruire un impianto nella Bassa bresciana.

Pier Luigi Fanetti Brescia
-----oOo-----
Cremazione a Brescia

Alla fine del 1800 la Società bresciana per la cremazione fece costruire nel cimitero Vantiniano il tempio crematorio, che funzionò dal 1883 al 1929 (v. Roberto Cucchini, Appunti per la storia del primo crematorio bresciano che è pubblicata nel sito della SOCREM di Mantova).

Nel 1992 si costituì l’associazione per la cremazione SOCREM Brescia con lo scopo di far costruire un nuovo crematorio e di diffondere l’uso della cremazione.
Il 24 marzo 1998, nella rubrica il contributo dei lettori, il Giornale di Brescia pubblicò la Proposta per il servizio di cremazione del circolo di Legambiente Il Gandovere.

Nel gennaio del 1999 fu diffuso, a cura del Coordinamento bresciano per la cremazione, il quaderno L’impianto di cremazione a Brescia. La risposta ad un’esigenza diffusa, un servizio pubblico improrogabile, un progetto ecologico ed economico.

Facevano parte del Coordinamento i circoli di Legambiente Il Gandovere e Laura Conti, il Movimento per i diritti del malato e la SOCREM Brescia.

Il 27 febbraio 1999 a Brescia, organizzata dal Coordinamento bresciano per la cremazione e dall’Associazione dei Comuni bresciani (ACB), si tenne la tavola rotonda Cremazione: la terra ai vivi nella quale il Sindaco di Brescia e la rappresentante dell’ACB diedero parere favorevole alla costruzione del crematorio.

Il 20 febbraio 2002 il Comune di Brescia e l’Associazione temporanea di imprese Cooperativa muratori riuniti (CMR) e Aristea service stipularono il contratto per l’affidamento in concessione della progettazione, costruzione e gestione del crematorio di Sant’Eufemia prevedendo una durata di 28 anni.

L’1 luglio 2004 entrò in funzione il primo forno del crematorio.

Il 31 dicembre 2005 la SOCREM Brescia cessò l’attività e le dichiarazioni di volontà dei soci (circa 800) furono depositate nella sede del Movimento per i diritti del malato di Brescia e successivamente consegnate alla SOCREM di Mantova per l’attività in supporto ai cremazionisti bresciani effettuata su richiesta della Federazione italiana per la cremazione (FIC) e del Coordinamento lombardo delle SOCREM.

Il 31 ottobre 2006 la CMR conferì il proprio ramo d’azienda riguardante i servizi cimiteriali alla società SER. CIM. che assunse tutti i diritti e gli obblighi nei confronti del Comune di Brescia per la gestione del crematorio.

Il 27 dicembre 2006 entrò in funzione anche il secondo forno del crematorio.

Nel novembre 2012, dopo un sopralluogo al crematorio, si è ricostituito il Coordinamento bresciano per la cremazione.

Da novembre 2013 il Coordinamento bresciano per i servizi funerari, grazie alla collaborazione delle associazioni dei consumatori Adiconsum, Federconsumatori e Lega Consumatori, ha allargato la sua attività e si sta occupando di:

- adeguamento del crematorio
- aree per la dispersione delle ceneri e cinerari
- carte dei servizi cimiteriali e del servizio di cremazione
- cerimonie di commiato
- cofani ecologici
- comunicazione istituzionale agli utenti
- costi dei servizi funerari
- cremazioni dopo esumazioni o estumulazioni
- emissioni dei forni del crematorio
- protocollo sul servizio di cremazione tra Comune e società che gestisce il crematorio
- ricerca storica sulla cremazione bresciana
- statistiche sulle cremazioni.

Il 29 marzo 2014 è stata costituita la nuova SOCREM di Brescia che dalla SOCREM di Mantova ha preso in consegna l'archivio cartaceo e digitale della precedente SOCREM di Brescia.

Il 28 giugno 2014, organizzato dal Coordinamento bresciano per i servizi funerari e dal Coordinamento lombardo delle SOCREM, a Brescia si è tenuto un convegno sul decennale del crematorio

Nel dicembre 2016, adeguandosi alla nuova normativa disciplinante i contratti pubblici, è stata costituita la società di scopo Tempio Crematorio Brescia srl, controllata al 100% da SER. CIM. , nel frattempo passata sotto il controllo del Gruppo Altair.
(scheda di Pier Luigi Fanetti, socio di So.Crem. Mantova, marzo 2017)
-----oOo-----

 Sant'Eufemia, BOOM delle cremazioni
(Bresciaoggi del 28-06-2017)

 Il BOOM delle cremazioni
(Bresciaoggi del 13-04-2015)

 EINSTEIN e i costi dei funerali
(Bresciaoggi del 31-05-2014)

 Decennale del Crematorio
 (Bresciaoggi
del 27-06-2014)

      L'impianto di cremazione
   (Quaderno bresciano 1999)

Appunti per la storia del
primo crematorio bresciano
(1883-1929) (R.Cucchini)

 A PROPOSITO DI CREMAZIONE
(Bresciaoggi del 07-11-2014)

 IL SORPASSO DELLA CREMAZIONE
(Giornale di BS del 16-05-2016)
 
 

(c) Societa'mantovana per la cremazione | CF. 93012030206 | REA MN-241293 del 11-05-2010 | PEC socremmn@pec.it |